Mercoledì 9 dicembre

Verbo della settimana: RICOMINCIARE

Mercoledì 9 DICEMBRE

Sal 102

Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue infermità,
salva dalla fossa la tua vita,
ti circonda di bontà e misericordia.

 

Mt 11, 28-30

In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

 

 

 

 

COMMENTO DI DON GIOVANNI NICOLINI

 

Si pensa istintivamente che sono quelli bravi e forti che se la cavano, mentre noi che siamo un po’ deboli, e anche di poca volontà, rischiamo di essere perduti. Invece la parola dolcissima e potente del Signore dice: venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò riposo. I primi invitati sono quelli che, nelle regole del mondo, sono i più esclusi. Perché lui è venuto per gli ultimi: più uno è messo male, più lui lo cerca. La seconda parte di questo Vangelo sembra contraddire la prima, perché dice: prendete il mio giogo sopra di voi, e imparate da me. Come si fa, bisogna mettersi un giogo? Eh si, come se l’è messa lui, la croce, anche noi. Ma che cos’è la croce? La croce è quel voler bene, che è compito assoluto della nostra vita. E perché è compito assoluto della nostra vita? Perché è il suo amore per noi. “Prendete su di voi il mio giogo”: allora lui, portando la croce, ci ha voluto bene, adesso noi prendiamo la sua croce su di noi, e ci muoviamo verso gli altri. C’è un movimento universale immenso, di amore. Dicono che ci sono tante brutte cose nel mondo. Devo dire che quelle belle mi sembrano infinitamente di più. Solo che non vanno a finire sulle prime pagine dei giornali. E invece la notizia fondamentale è che il Signore si dedica in modo fondamentale ai deboli e agli stanchi, e questi deboli e stanchi li salva e poi li manda a portare salvezza. Vedete che lavoro infinito dell’amore c’è in pieno svolgimento. A partire da casa tua, i tuoi vicini di casa, il paese e la città dove vivi, e via così. Quindi riprendiamo fiducia.

SGUARDI D'ARTE

Tresoldi - Opera, Reggio Calabria 2020

Opera di Tresoldi nasce per celebrare la relazione contemplativa tra il luogo e l’essere umano. Una nuvola attraversa l’orizzonte, lo Stretto di Messina subisce le condizioni climatiche: cambia il cielo, arriva la foschia che cancella la Sicilia, poi la Sicilia si mostra di nuovo. Scolpire il paesaggio è realizzare una composizione con degli elementi vivi e che, grazie alla trasparenza, riescono a cambiare.  Ricominciare è porci nella condizione di creare una trasparenza, scolpire il presente e lasciarci modificare insieme al paesaggio.

TOWARDS 2023: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

«Towards 2023»: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

Lascia la recensione
Venerdì 15 gennaio in diretta streaming alle ore 18.30
Data
15 Gennaio 2021
Ora di inizio
18:30
Leggi di più
Servizio Civile Universale, il bando2021

Servizio Civile Universale: il bando per il 2021

Lascia la recensione
Quest’anno le Acli Provinciali di Bergamo hanno a diposizione 4 posti per 3
Leggi di più
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Lascia la recensione
Le 10 domande per il 2021
Leggi di più
e Acli di Bergamo ricercano un coordinatore/una coordinatrice per lo sviluppo della rassegna Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Le Acli di Bergamo cercano un coordinatore per la rassegna culturale Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Lascia la recensione
Inoltra la tua candidatura
Leggi di più
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Lascia la recensione
Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
Leggi di più
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Lascia la recensione
Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
Leggi di più