Mercoledì 23 dicembre

Verbo della settimana: NASCERE

Mercoledì 23 DICEMBRE

Sal 24

Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà
per chi custodisce la sua alleanza e i suoi precetti.
Il Signore si confida con chi lo teme:
gli fa conoscere la sua alleanza.

 

Lc 1, 57-64

In quei giorni, per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.
Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccarìa. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c'è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome».
Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All'istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.

 

 

 

 

COMMENTO DI DON CRISTIANO RE

 

E’ ancora Elisabetta la figura che incontriamo oggi. Più volte a poche ore dal Natale incontriamo questa straordinaria donna che ha parole di benedizione per Maria e che, ugualmente, non le manda a dire a quelli che approfittano del silenzio momentaneo del marito Zaccaria per imporre sul suo bambino appena nato un nume della tradizione. E lei invece, contravvenendo a quella che era una consuetudine, chiede con forza di chiamare il bambino Giovanni. A un certo punto si dice che tutte le persone che erano lì erano meravigliate. E non si capisce se erano meravigliati per la scelta del nome, oppure per questa intesa profonda, silenziosa, di cuore, tra Elisabetta e Zaccaria. A me piace pensare a questa seconda ipotesi, perché sappiamo bene che non è facile trovare sintonia tra due persone che stanno insieme in un mondo che spesso tende più a contrapporci, proprio come fanno quei vicini di casa di oggi. E credo che questa sintonia sia la vera causa di guarigione di Zaccaria, al quale all’istante si aprì la bocca, si sciolse la lingua, parlava benedicendo Dio.

SGUARDI D'ARTE

Sandro Botticelli - La nascita di Venere, particolare.

… È per te il profumo delle stelle
È per te il miele e la farina
È per te il sabato nel centro
Le otto di mattina
È per te la voce dei cantanti
La penna dei poeti
È per te una maglietta a righe
È per te la chiave dei segreti
È per te il dubbio e la certezza
La forza e la dolcezza
È per te che il mare sa di sale
Per te la notte di natale …

 

 

La stupidità umana e il nostro futuro

La stupidità umana e il nostro futuro

L'articolo provocante di Rocco Artifoni | lunedì 12 aprile 2021
Transizione ecologica, non bastano due parole

Transizione ecologica, non bastano due parole

L'articolo di Petrini | lunedì 12 aprile 2021
Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re