Giovedì 10 dicembre

Verbo della settimana: RICOMINCIARE

giovedì 10 DICEMBRE

Is 41, 19-20

Nel deserto pianterò cedri,
acacie, mirti e ulivi;
nella steppa porrò cipressi,
olmi e abeti;
perché vedano e sappiano,
considerino e comprendano a un tempo
che questo ha fatto la mano del Signore,
lo ha creato il Santo d'Israele.

 

Mt 11, 11-15

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell'Elìa che deve venire.
Chi ha orecchi, ascolti!».

 

 

 

 

COMMENTO DI DON GIOVANNI NICOLINI

 

Qui Gesù è come certe mamme che i loro figli li vedono sempre come se fossero i più buoni e più bravi di tutti. Tengono per loro. Oggi il Signore si dà delle aree per i suoi figli, è contentissimo per loro, non perché loro son bravi, ma perché lui è affezionato, e quindi li vede belli, bravi, buoni… Quindi cosa dice: tra i nati di donna, nessuno è più grande di Giovanni il Battista, che sarebbe tutta l’umanità prima di Gesù, compresi gli ebrei. Ma il più piccolo nel regno dei Cieli è più grande di lui. Di questo mondo nuovo che lui è venuto a portare, lui ci annuncia che lo crea meraviglioso. Noi su questo avremmo parecchie obiezioni da fargli, e magari anche qualche nostra arrabbiatura: ma non è mica vero che l’hai fatto poi così buono, questo mondo. Sapete perché non l’ha fatto così bene? Perché vuole ancora di più esprimere il suo amore. Se l’avesse fatto perfetto ognuno si sarebbe arrangiato e non avrebbe avuto bisogno di niente. E invece ha mandato anche me, che sono uno sciagurato e un prete peccatore, ne ha da fare di fatica per farmi bello. E dopo così si gasa, si dà le aree, e dice “ma guarda come è bello anche quel prete là, giù nell’Emilia Romagna, vecchio come il cucco, ma insomma, abbastanza carino, è migliorato…”. Insomma, lui tiene per me. Perché lui tiene per noi, poveri peccatori. Perché agli occhi di una mamma, come agli occhi di Dio, i suoi figli sembrano sempre belli.

SALE, NON MIELE, con don Luigi Maria Epicoco

TOWARDS 2023: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

«Towards 2023»: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

Lascia la recensione
Venerdì 15 gennaio in diretta streaming alle ore 18.30
Data
15 Gennaio 2021
Ora di inizio
18:30
Leggi di più
Servizio Civile Universale, il bando2021

Servizio Civile Universale: il bando per il 2021

Lascia la recensione
Quest’anno le Acli Provinciali di Bergamo hanno a diposizione 4 posti per 3
Leggi di più
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Lascia la recensione
Le 10 domande per il 2021
Leggi di più
e Acli di Bergamo ricercano un coordinatore/una coordinatrice per lo sviluppo della rassegna Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Le Acli di Bergamo cercano un coordinatore per la rassegna culturale Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Lascia la recensione
Inoltra la tua candidatura
Leggi di più
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Lascia la recensione
Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
Leggi di più
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Lascia la recensione
Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
Leggi di più