Sabato 12 dicembre

Verbo della settimana: RICOMINCIARE

SABATO 12 DICEMBRE

Sal 79

Dio degli eserciti, ritorna!
Guarda dal cielo e vedi
e visita questa vigna,
proteggi quello che la tua destra ha piantato,
il figlio dell'uomo che per te hai reso forte.
Sia la tua mano sull'uomo della tua destra,
sul figlio dell'uomo che per te hai reso forte.

 

Mt 17, 10-12

Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?».
Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l'hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per opera loro».

.

 

 

 

 

 

COMMENTO DI DON GIOVANNI NICOLINI

 

Oggi il Signore ci dice una cosa molto importante, cioè ci preannuncia che lui verrà rifiutato. Ci preannuncia che lui che è venuto per salvarci verrà messo in croce. Verrà a dirci che sempre il mistero di Dio, incontrandosi con una realtà umana, incontra anche una riserva, un rifiuto. E io devo dire che un po’ lo conosco questo rifiuto, perché anche io non mi sento a posto in questo senso, e ho ben presente come lui è venuto verso di me con l’amore, e io l’ho aggredito, l’ho respinto, con la durezza del mio cuore. Dobbiamo accettarlo, che l’amore con Dio sia così. Una pretesa eccessiva di funzionamento non ci porta da nessuna parte. È meglio commuoversi per la sua misericordia, che pretendere in qualche modo di vantare una nostra presunta coerenza con quello che il Signore ci annuncia. Abbiamo sempre bisogno del suo perdono. Il mondo non va come lui vuole, ma va come lui lo ama. Nella mia vecchiaia io devo concludere che è così. Quando mi chiedono qual è il mio rapporto con Dio, io non ho il coraggio di dire qual è il mio rapporto con lui, ma piuttosto il rapporto che precipuamente lui tiene con me.

MUSICA PER LO SPIRITO

Dalla cantata “Jesus nahm zu sich die Zwölfe” di Bach, composta nel 1723. Ispirato al vangelo della guarigione del cieco di Gerico, Gesù oggi ricomincia con ciascuno di noi.

Incontro nazionale di spiritualità

Bose 14-16 febbraio 2020

Ertöt uns durch dein Güte,

Erweck uns durch dein Gnad;

Den alten menschen kränke,

Dass der neu’ leben mag

Wohl hie auf dieser Erden,

denn Sinn und all Begehren

Und G’danken hab’n zu dir.

Mortificaci con la tua bontà,

ridestaci a vita con la tua grazia;

estirpa in noi l’uomo vecchio,

affinchè possa vivere in noi quello nuovo

già qui su questa terra

e che tutti i nostri sentimenti, desideri

e pensieri siano rivolti a Te.

2021 al lavoro: grazie!

2021 al lavoro: grazie!

Lascia la recensione
Con il vostro sostegno finanzieremo 11 borse lavoro
Leggi di più

"I dimenticati di Lipa": Gigi Riva racconta l'emergenza in Bosnia

Lascia la recensione
Giovedì 21 gennaio alle 20:30 l'evento online organizzato da Rete della Pac
Leggi di più
TOWARDS 2023: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

«Towards 2023»: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

Lascia la recensione
Rivedi l'incontro online di venerdì 15 gennaio
Data
15 Gennaio 2021
Ora di inizio
18:30
Leggi di più
Servizio Civile Universale, il bando2021

Servizio Civile Universale: il bando per il 2021

Lascia la recensione
Quest’anno le Acli Provinciali di Bergamo hanno a diposizione 4 posti per 3
Leggi di più
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Lascia la recensione
Le 10 domande per il 2021
Leggi di più
e Acli di Bergamo ricercano un coordinatore/una coordinatrice per lo sviluppo della rassegna Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Le Acli di Bergamo cercano un coordinatore per la rassegna culturale Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Lascia la recensione
Inoltra la tua candidatura
Leggi di più