Martedì 8 dicembre

Verbo della settimana: RICOMINCIARE

MARTEdì 8 DICEMBRE

Sal 97

Cantate al Signore un canto nuovo,
perché ha compiuto meraviglie.
Gli ha dato vittoria la sua destra
e il suo braccio santo.

 

Lc 1, 16-32

In quel tempo, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

 

 

 

COMMENTO DI DON GIOVANNI NICOLINI

 

È bellissimo perché è la vicenda di una ragazza di paese. La conoscete, si chiama Maria. E un giorno questa ragazza riceve una visita importante. Apre la porta di casa e si trova davanti un angelo. L’angelo non è tanto quello che immaginiamo, può essere oggi un tuo vicino di casa, una zia che viene a trovarti. L’angelo può essere anche un povero che viene alla tua porta. Perché angelo vuol dire annunciatore e quindi l’angelo è quello che oggi, se venisse nella tua casa, ti porterebbe l’annuncio del Vangelo. Quella ragazza, aprendo la porta e trovando l’annuncio del Vangelo, viene a sapere che da lei nascerà il figlio di Dio, il salvatore del mondo. Ma l’annunciazione è quello che anche noi adesso stiamo vivendo, perché il Signore entra nella nostra storia, nel nostro cuore, nel nostro pensiero, nei nostri progetti, e trasforma la nostra vita. Per cui pensate che la maternità di Maria, che è preparata dalla festa di oggi, è quello che avviene quando una persona accoglie la parola nel suo cuore e poi la vive, la fa. Questa parola diventa la concretezza della sua esistenza: nasce da lui una vita nuova, come quasi nascesse da lui il Signore. La festa è che da questa parola che tu oggi ascolti, nascerà in te la presenza del Signore, nella tua vita, per il bene tuo, e per il bene di altri.

NON BUTTARE VIA NIENTE DELLA TUA VITA - con don Fabio Rosini

2021 al lavoro: grazie!

2021 al lavoro: grazie!

Lascia la recensione
Con il vostro sostegno finanzieremo 11 borse lavoro
Leggi di più

"I dimenticati di Lipa": Gigi Riva racconta l'emergenza in Bosnia

Lascia la recensione
Giovedì 21 gennaio alle 20:30 l'evento online organizzato da Rete della Pac
Leggi di più
TOWARDS 2023: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

«Towards 2023»: Giorgio Gori e Emilio Del Bono in dialogo

Lascia la recensione
Rivedi l'incontro online di venerdì 15 gennaio
Data
15 Gennaio 2021
Ora di inizio
18:30
Leggi di più
Servizio Civile Universale, il bando2021

Servizio Civile Universale: il bando per il 2021

Lascia la recensione
Quest’anno le Acli Provinciali di Bergamo hanno a diposizione 4 posti per 3
Leggi di più
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Lascia la recensione
Le 10 domande per il 2021
Leggi di più
e Acli di Bergamo ricercano un coordinatore/una coordinatrice per lo sviluppo della rassegna Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Le Acli di Bergamo cercano un coordinatore per la rassegna culturale Molte Fedi sotto lo stesso cielo

Lascia la recensione
Inoltra la tua candidatura
Leggi di più