Problemi comuni e politica vecchia

PROBLEMI COMUNI E POLITICA VECCHIA 

 

di Mauro Magatti | Avvenire

 

Il cambiamento climatico e i fenomeni migratori sono due grandi sfide ormai stabilmente ai primi posti dell’agenda politica del nostro tempo. Si tratta di questioni importanti che tuttavia gli assetti istituzionali di cui disponiamo faticano a governare a causa della loro evidente inadeguatezza. Da un lato, gli Stati nazionali, pensati su base territoriale (e su questa schiacciati), non possono risolvere da soli questioni che hanno una dimensione spaziale che li supera.

Dall’altro, l’infrastruttura internazionale – a cominciare dall’Onu, per passare da Fmi, Banca Mondiale e Wto – che riflette equilibri di fasi storiche ormai superate e non riesce a catalizzare gli interessi divergenti dei vari attori economici e politici rispetto ai grandi problemi globali. Una impasse destinata ad aggravarsi, tenuto conto che le possibili soluzioni passano da complessi processi negoziali che per definizione hanno tempi ed esiti incerti.

Come si è potuto constatare nelle ultime settimane con le fatiche delle ennesime Cop sul clima (la ventisettesima, tenutasi al Cairo) e sulla biodiversità (la quindicesima, in corso a Kunming). O con le tensioni che continuano a scuotere l’Europa in tema di arrivi via mare e via terra di richiedenti asilo. In questa situazione – che ragionevolmente è destinata a durare ancora a lungo – questioni globali come quelle che abbiamo nominato (e non sono certo le uniche) continueranno a incidere sugli umori dell’opinione pubblica.

 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

 

Verso la Pasqua 2023

Verso la Pasqua 2023

Disponibile per il preordine il nuovo sussidio
Il respiro di Shlomo

Il respiro di Shlomo

Il podcast di Molte Fedi per la Giornata della Memoria
Molte Fedi fuoristagione

Molte Fedi fuoristagione

Gli appuntamenti della rassegna tra gennaio e marzo
Il ricordo di papa Benedetto

Il ricordo di papa Benedetto

Leggi il ricordo di Daniele Rocchetti
L'Astrolabio di Natale

L'Astrolabio di Natale

Dialoghi natalizi con Ambrogio Sparagna