«Chiedo umilmente perdono»

«Chiedo umilmente perdono»

 

Articolo de l'Osservatore Romano 

| 27/07/2022

 

 

 

Papa Francesco ha chiesto «umilmente perdono» alle popolazioni indigene del Canada «per il male commesso da tanti cristiani» nei loro confronti. Lo ha fatto incontrando lunedì mattina, 25 luglio, a Maskwacis, i rappresentanti delle comunità originarie del Paese — le First Nations, i Métis e gli Inuit — ai quali ha rivolto in spagnolo il discorso che pubblichiamo in una traduzione italiana.

 

 

Signora Governatore Generale,
Signor Primo Ministro,
care popolazioni indigene
di Maskwacis e di questa terra canadese,
cari fratelli e care sorelle!

 

 

Attendevo di giungere tra voi. È da qui, da questo luogo tristemente evocativo, che vorrei iniziare quanto ho nell’animo: un pellegrinaggio penitenziale. Giungo nelle vostre terre natie per dirvi di persona che sono addolorato, per implorare da Dio perdono, guarigione e riconciliazione, per manifestarvi la mia vicinanza, per pregare con voi e per voi.

 

CONTINUA A LEGGERE 

Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo
Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Un territorio che si orienta: la presentazione del progetto