Si intensifica il dialogo ebraico-cristiano

di Brunetto Salvarani | Martedì 25 gennaio

 

 

 

 

 

 

 

SettimanaNews

 

 

 

 

 

 

 

Com’è noto, a partire dal 1990, in sintonia con la dichiarazione conciliare Nostra aetate, i vescovi italiani invitano le comunità e le Chiese locali a vivere una Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo religioso ebraico-cristiano, da tenersi il 17 gennaio di ogni anno.

 

L’iniziativa si deve soprattutto all’impegno del vescovo di Livorno Alberto Ablondi, scomparso nel 2010, e di Maria Vingiani, fondatrice del SAE (Segretariato Attività Ecumeniche), morta quasi centenaria due anni fa, proprio il 17 gennaio.

 

La scelta della data della Giornata non è casuale. La ricorrenza, che nel tempo ha spontaneamente assunto anche un valore ecumenico, infatti, si situa immediatamente prima della tradizionale Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), appena conclusasi, con la doppia, evidente intenzione di rimarcare la priorità dell’incontro con Israele, radice santa della fede cristiana rispetto a qualsiasi sforzo ecumenico e, nel contempo, l’impossibilità che quest’ultimo possa produrre risultati concreti senza un costante invito a porsi appunto, tutti insieme, alla scuola di Israele. Affinché il dialogo ebraico-cristiano non sia un impegno solo di vertice nella Chiesa, o di alcuni gruppi o movimenti, ma si faccia progressivamente coscienza ecclesiale di tutte e tutti.

 

In vista di una fruttuosa celebrazione di essa, non va mai dimenticato che lo scopo della Giornata non è di pregare per gli ebrei, ma di iniziare i cristiani al rispetto, al dialogo e alla conoscenza della tradizione ebraica, sulla scia della svolta del Vaticano II, dopo secoli di persecuzioni e incomprensioni (di insegnamento del disprezzo, come lo definì Jules Isaac).

 

È opportuno, pertanto, che diocesi e parrocchie promuovano nell’occasione momenti di approfondimento lungo questi due filoni complementari: la riflessione sul vincolo particolare, anzi unico, che lega Chiesa e Israele (NA 4), da un lato; e l’esistenza viva e attuale del popolo ebraico, dall’altro.

 

 

 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

No all’assuefazione ai conflitti.

No all’assuefazione ai conflitti.

L'articolo di Magatti
Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo