Segnali di vitalità all'ombra dei campanili

Segnali di vitalità all’ombra dei campanili.

 

Articolo de Il Sole 24 Ore 

di Aldo Bonomi | 29/06/2022

 

In Italia molto si discute riguardo al ruolo che le grandi aree metropolitane oppure le città medie possono giocare nella turbolenza generalizzata in cui ci troviamo. In mezzo c’è però una diversa tipologia di città, che a me pare oggi importante per alcuni segnali di vitalità.

 

Io le chiamerei città-snodo, tra distretti e piattaforme tra smart land e smart city.

 

Provano a chiamare a raccolta il loro territorio immediato, re-immaginando il tema della prossimità, tra comunità in dissolvenza, ritessendo reti sociali.

 

Sono città solitamente più piccole delle città medie principali, ma che nel recente passato hanno fatto da capitali distrettuali, oppure hanno sonnecchiato come passivi centri amministrativi e di consumo.

 

Dopo che i distretti si sono trasformati in filiere o piattaforme e alcuni sono pure andati in crisi, forse vengono avanti proposte e tentativi su una scala urbana molecolare snodo tra il paese e la grande città. Piccoli centri con un accumulo di capitale istituzionale operoso dove si presentano più gravi gli impatti indotti dai nuovi assetti geoeconomici.

 

CONTINUA A LEGGERE 

Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo
Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Un territorio che si orienta: la presentazione del progetto