Saper tenere uniti fuoriusciti e ribelli per il futuro della democrazia

di Savino Pezzotta e Walter Galbusera | Venerdì 10 settembre

 

 

 

 

Avvenire

 

 

 

 

L’importanza di aiutare una realistica resistenza dall’interno e una classe dirigente che si forma in esilio Caro direttore, il «ritiro da Kabul» e la nascita del nuovo regime taleban, una vicenda della quale ancora ignoriamo purtroppo i drammatici esiti conclusivi, non può e non deve significare l’abbandono di quel popolo nelle mani dei fondamentalisti islamici. Oltre ad accertare le ragioni effettive del disastroso bilancio di alcuni lustri di presenza occidentale in Afghanistan è essenziale riflettere su come sarà possibile iniziare a ricostruire il progetto di rinascita democratica di quel Paese che non potrà che partire da una resistenza civile interna, in tutte le forme realisticamente possibili, al duro regime talebano.

 

La prima risposta, per coloro che riusciranno a evadere dal 'carcere afgano', è quella dell’accoglienza.

 

 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

Diremo io o noi? Il Cardinal Ravasi a Molte Fedi

Diremo io o noi? Il Cardinal Ravasi a Molte Fedi

Lunedì 20 settembre nella Basilica di Santa Maria Maggiore
Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo