Nuovo golpe in Guinea causato da un presidente irragionevole

di Pierre Haski | Martedì 7 settembre

 

 

 

 

Internazionale

 

 

 

 

 

Un presidente in jeans, con l’aria stravolta e circondato da uomini armati. Un golpista in tuta mimetica e con la bandiera nazionale sulle spalle che si presenta in tv per invitare alla calma. Quante volte abbiamo visto queste scene in Africa? Come ricorda un giurista senegalese su Twitter, raramente queste immagini portano a qualcosa di buono per il paese dove si svolgono, e questo anche se la caduta di un dirigente criticato viene accolta da esplosioni di gioia nelle piazze.

 

Stavolta è toccato alla Repubblica di Guinea. Il 5 settembre un colpo di stato militare ha rovesciato il presidente Alpha Condé, di cui dopo l’arresto si sono perse le tracce. Il leader dei golpisti, quarto militare a guidare il paese dopo l’indipendenza, è il capo delle forze speciali guineane, il tenente-colonnello Mamady Doumbouya, un ex soldato della legione straniera francese.

 

 

 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

Diremo io o noi? Il Cardinal Ravasi a Molte Fedi

Diremo io o noi? Il Cardinal Ravasi a Molte Fedi

Lunedì 20 settembre nella Basilica di Santa Maria Maggiore
Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo