Le virtù civiche dei borghi dove l’Italia è più Italia

di Aldo Bonomi | Venerdì 19 novembre

 

 

 

 

 

IlSOle24Ore

 

 

 

 

 

Aleggiano incombenti temi e tempi che rimandano alla crisi ecologica. Che cambiano a seconda che riteniamo essere una transizione o una conversione ecologica, mutando la dimensione del trattino che ho sempre messo nel sostenere green economy-green society come salto d’epoca. Il trattino congiunge per chi sostiene che ci salverà la tecnica incorporata nel fare impresa, diventa faglia guardando alla domanda sociale che chiede di piegare all’umano e alla terra la metamorfosi. Temi grandi, tempi stretti nell’agenda incompiuta di Cop26. I microcosmi sono piccoli sensori che guardando alle lunghe derive dell’evoluzione della civiltà materiale ci aiutano a capire se oltre alla tecnica ci aiuterà la storia e la maturità delle “virtù civiche” a fare green society che tenga assieme il trattino. Perché come sostiene Robert Putnam nel suo raccontare che l’eredità delle istituzioni medievali ha influito pesantemente nella storia dei territori italiani e delle virtù civiche, occorre un rovesciamento concettuale: «L’economia non predice l’impegno civico, ma è l’impegno civico a predire l’economia e anche meglio dell’economia stessa».

 

Ne ho cercato traccia lì dove sono nati i comuni, lì, a proposito di conversione che rimanda alla spiritualità francescana, in quel distretto territoriale che comprende Assisi (dov’è tornata Symbola con il suo Manifesto) Montefalco, Foligno, Bevagna… dove ho incontrato la storia della famiglia Caprai. Dal fondatore Arnaldo venditore di corredi per le spose di un tempo al vignaiolo Marco rivitalizzatore dell’antico vitigno sagrantino, passando per la tessitura dei mercanti di allora al cashmere con la lontana e vicina Cina. Una messa al lavoro delle virtù civiche nella comunità operosa dei comuni umbri, là dove l’Italia è più Italia (Robert Putnam), dove partendo dalla vendita di biancheria per la casa si passa all’attività artigiana di maglieria evoluta in maglieria in filati pregiati per arrivare alla fabbrica in Foligno e ad aggregare in un gruppo tessile la filiera, con la tintoria e partecipazione nella Cariaggi Spa che dalle terre alte delle gole del Furlo tesse una joint venture con una cooperativa di pastori della Mongolia cinese.

 

 

 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

Ebrei e cristiani: una storia complicata

Ebrei e cristiani: una storia complicata

E' uscita la seconda puntata de L'Astrolabio, il podcast di Molte Fedi. Asc...
Pubblicato

Pubblicato "Il mondo che verrà", il dossier ISPI

Le 10 domande per il 2021
Auguri di Natale in streaming

Auguri di Natale in streaming

Rivedi l'appuntamento con Daniele Rocchetti e Don Cristiano Re
E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

E venne un uomo, meditazioni per i tempi di Avvento e di Natale

Disponibile il libro scritto da don Cristiano Re
CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

CAF Acli Bergamo ricerca operatori fiscali per il 2021

Per tutte le sedi della provincia di Bergamo
Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Aldo Bonomi: investire sui giovani per nuove competenze

Un territorio che si orienta: la presentazione del progetto