“FA PER ME. Diamo futuro all’Europa!”
Una campagna, in vista delle elezioni europee del maggio 2019, che prevede una serie di iniziative, a partire da gennaio. Si tratta di percorsi formativi e iniziative editoriali che vorrebbero promuovere una maggiore conoscenza della questione europea che riteniamo cruciale e delicata, soprattutto in questa fase storica.

Il prossimo 26 maggio, con le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo, ci giochiamo l’eredità dei nostri padri, ci giochiamo il nostro futuro. Ne siamo convinti ed è questo che spinge il nostro impegno nei prossimi mesi: l’Europa è un elemento importante, decisivo e centrale per il nostro benessere. Ha garantito pace duratura e tutela alla collettività. Non siamo ingenui: sappiamo che esistono profili di criticità, non li trascuriamo. Migliorare l’Europa non significa abbandonarla ma renderla ancora più solidale, più vicina ai cittadini. L’Europa è un treno che l’Italia non può perdere a tutela dei più deboli. Quello che è importante fare è trasmettere, soprattutto ai giovani, l’idea che l’Europa è il nostro destino anche se oggi spesso la vediamo come indifferente alla vita concreta delle persone. Dobbiamo capire che quella europea è la sola comunità ci può dare la speranza di essere protagonisti nella vita di domani dove gli altri grandi paesi del mondo avranno ruolo prevalente visto che nessun paese europeo, da solo, potrà contare qualcosa.” ha dichiarato Daniele Rocchetti, presidente provinciale delle Acli.

La prima proposta è un percorso di formazione geopolitica dal titolo “Quale Europa?” che prenderà il via lunedì 14 gennaio presso la sede di via San Bernardino 59 a Bergamo. L’itinerario prevede sei incontri di approfondimento della questione europea, partendo dalle origini fino a toccare alcune questioni cruciali che sfideranno l’Europa nei prossimi anni. Il percorso ha raggiunto oltre 60 iscritti.

La seconda proposta consiste in percorsi formativi territoriali rivolti ai giovani dai 18 ai 35 anni, che si terranno tra marzo e aprile in diverse zone della provincia. Quattro incontri di approfondimento, di cui due a Bergamo: il primo sabato 30 marzo mattina con Luca Misculin, giornalista del quotidiano “Il Post”, il secondo sabato 4 maggio mattina con un confronto politico tra candidati alle elezioni. I restanti due incontri saranno promossi nei diversi territori su temi che stiamo definendo insieme.

In previsione anche un libretto sull’Europa edito dalla cooperativa “Achille Grandi” e curato da Antonio Zotti, docente di Istituzioni Europee presso l’Università Cattolica di Milano, una spilletta con il motto della campagna che verrà diffusa nelle varie occasioni associative promosse sul territorio, un’edizione dedicata di Nonsolorimini 2019 (la guida alle vacanze solidali delle Acli).