Lunedì 11 marzo 2019
Elia Rosati, Università degli Studi di Milano
“Le nuove culture politiche in Europa”

Nel quinto incontro del percorso di formazione geopolitica sulle nuove culture politiche in Europa, il prof. Elia Rosati dell’Università degli studi di Milano ha illustrato lo scenario politico degli ultimi decenni e in particolare sugli schieramenti politici (tradizionali e recenti).
A partire dagli anni ‘80 lo scenario si è allargato ai Verdi e sempre di più verso le nuove destre, a causa della crescente indifferenza, scetticismo, avversità di parte della popolazione verso il sistema europeo.
In realtà più che per appartenenze oggi si ragiona per linee di frattura, ad esempio con campagne di scopo mirate a raggiungere determinati obiettivi.

Lunedì 25 febbraio 2019
Maurizio Ambrosini, Università degli Studi di Milano
“Processi migratori negli equilibri europei”

Nel quarto incontro del percorso di formazione geopolitica sull’Europa ha illustrato la questione delle migrazioni da un punto di vista oggettivo, analizzando i dati statistici relativi ai flussi, alle povertà, alle presenze dei rifugiati nei vari stati e smontando alcuni luoghi comuni ricorrenti anche nelle rappresentazioni politiche e nelle narrazioni collettive.

Martedì 12 febbraio 2019
Filippo Pizzolato, Università degli Studi di Padova
“Quale idea di Europa: sovranista, tecnocratica, comunitaria?”

Nel terzo incontro del corso di geopolitica sull’Europa il relatore dott. Filippo Pizzolato ha illustrato le quattro idee di Europa ad oggi predominanti. La prima quella sovranista, la seconda quella attuale (ovvero una sostanziale indefinitezza), la terza quella tecnocratica, la quarta quella comunitaria. Il relatore si è soffermato sugli aspetti cruciali che riguardano oggi la questione europea e le prospettive a cui potremmo andare incontro.

Lunedì 28 gennaio 2019
Francesco Rocchetti, ricercatore ISPI
“Le istituzioni europee. Quali sono? Come funzionano?”

Nel secondo incontro del percorso di formazione geopolitica che si è tenuto lunedì 28 gennaio sono stati presentati gli organismi istituzionali che compongono l’Unione Europa. Il relatore Francesco Rocchetti (ricercatore ISPI), intervenuto in sostituzione di Alessia Mosca impossibilitata a partecipare a causa di un imprevisto, ha introdotto anche alcune questioni cruciali che l’Europa dovrà affrontare nei prossimi anni, da quella demografica a quella economica, da quella geopolitica a quella culturale. I partecipanti hanno potuto approfondire nel dibattito alcuni aspetti particolari legati alle istituzioni europee.

Lunedì 14 gennaio 2019
Andrea Michieli, dottorando Università di Milano Bicocca
“Le origini del pensiero europeista, da Ventotene a Maastricht”

La prima serata del percorso formativo di geopolitica ha visto la partecipazione di oltre 60 persone, interessate ad approfondire la complicata questione europea. Andrea Michieli, dottorando Università di Milano Bicocca, ha tenuto la relazione su “Le origini del pensiero europeista, da Ventotene a Maastricht” illustrando i passaggi fondamentali della sua costituzione. Numerosi i nodi cruciali che l’Europa ha dovuto affrontare e diverse le figure storiche presentate, da Alcide De Gasperi ad Altiero Spinelli. Le questioni che la storia ha palesato e che oggi risultano incompiute o in parte irrisolte, sono di natura economica, politica, sociale, culturale.