Un’idea vincente dietro alla quale si nasconde un appello urgente. Ce lo chiede AVIS, a cominciare da Bergamo.

Vieni a donare. Il bisogno di sangue non si ferma mai: ogni giorno 1.800 persone necessitano di trasfusioni per poter sopravvivere. Perciò è importante dare il proprio contributo anche e soprattutto nei momenti di difficoltà come questo. Nonostante il coronavirus l’appello che AVIS fa è chiaro: vieni a donare sangue e plasma.

Siamo autorizzati a uscire di casa per donare. A fronte delle misure restrittive che sono attive da qualche giorno su tutto il territorio nazionale a causa del coronavirus, il Ministero della Salute ha diramato una circolare in cui si precisa che la donazione di sangue ed emocomponenti può essere inclusa tra le “situazioni di necessità” previste nel D.P.C.M. del 9 marzo 2020. Pertanto, sono consentiti gli spostamenti dei donatori di sangue che si recano presso le unità di raccolta pubbliche e associative. Il donatore dovrà stampare e compilare l’autodichiarazione disponibile a questo link e allegare, se disponibile, la conferma della prenotazione. Utile portare con sé anche il proprio tesserino associativo.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito.