Lunedì 9 settembre Padre Zanotelli e Moni Ovadia alla Chiesa del Patronato San Vincenzo per Molte Fedi sotto lo stesso cielo.
“Nel mondo delle migrazioni”, un appuntamento che ha rappresentato anche il primo incontro del percorso formativo di economia “Per un futuro sostenibile”, organizzato da Acli Bergamo e Cisl Bergamo.

Il resoconto della serata di Marta Ribul per Santalessandro.org
“Il terzo appuntamento di questa nuova edizione di Molte Fedi Sotto Lo Stesso Cielo “Può forse tardare la primavera?” ha accolto calorosamente  Moni Ovadia e Padre Alex Zanotelli in un’affollatissima chiesa del Patronato San Vincenzo, luogo storico dell’accoglienza bergamasca, come ricordato da Daniele Rocchetti, presidente delle ACLI provinciali, per riflettere, all’interno della rassegna “Luoghi e segni dei tempi”, proprio di quel segno profondamente radicato in ogni luogo e ormai imprescindibile dall’esperienza di quotidianità, la migrazione. In un’epoca storica, quale quella contemporanea, e in un contesto socio-politico, quale quello italiano, afflitti, citando le parole di Rocchetti “da una devastazione antropologica e culturale” in cui è necessario riscoprire e ricostruire la convivialità delle differenze, Ovadia e Zanotelli, “in nome dell’umano e in nome del Vangelo” si interrogano sulla natura migrante dell’essere umano e del fedeleribaltando quella retorica piena di odio, ormai tristemente troppo diffusa, e che fa della straniero un individuo prigioniero di un’anomala situazione provvisoria, tollerata dai più soltanto in vista di una risoluzione.”

Leggi l’articolo completo