La campagna nasce su iniziativa di diverse organizzazioni della società civile, tra cui le ACLI, per dare una risposta forte e unitaria alle politiche sempre più restrittive, adottate dal Governo e dal Parlamento italiani nei confronti dei richiedenti asilo e dei migranti, che producono conseguenze negative sull’intera società italiana.

Attraverso una serie di azioni e iniziative a livello nazionale e locale, la campagna #ioaccolgo si propone quindi di:
• dare voce e visibilità a quanti condividono i valori dell’accoglienza e della solidarietà e che vogliono esprimere il proprio dissenso rispetto alla “chiusura dei porti”, al decreto Sicurezza e in generale alle politiche anti-migranti, mettendo in rete le molte iniziative già attive e promuovendone di nuove;
• cercare di “ridurre il danno” rispetto all’impatto del decreto Sicurezza, promuovendo reti territoriali di prossimità;
• promuovere il protagonismo dei migranti, affinché abbiano voce e visibilità in quanto soggetti attivi della battaglia per un’Italia solidale e accogliente;
• avviare un dialogo con i ”moderati disimpegnati”, quei cittadini che non aderiscono alle politiche anti-migranti, ma non riescono nemmeno a contrapporre una visione diversa, e che spesso si sentono disorientati o preferiscono scivolare nell’indifferenza;
• per affermare che vogliamo vivere in un mondo che non sia fondato sull’odio e sulla paura, ma sulla solidarietà, sull’uguaglianza e sulla libertà, dove a tutti gli esseri umani, a prescindere dal colore della pelle, dalla religione e dalla provenienza, siano riconosciuti pari dignità ed eguali diritti;
• per contrastare le condizioni di povertà e disagio nella società italiana sosteniamo che servono politiche efficaci ed inclusive per il lavoro, la casa, la salute, la sicurezza climatica e ambientale e l’istruzione capaci di promuovere benessere e pari opportunità per tutti coloro che vivono in questo Paese.

E per chiedere dunque che:
• i nostri porti siano aperti ad accogliere i naufraghi, che più nessuno sia lasciato a morire in mare;
• si prevedano canali di ingresso regolari;
• si introducano forme di regolarizzazione su base individuale dei cittadini stranieri già radicati nel nostro Paese, come previsto dalla proposta di legge di iniziativa popolare “Ero Straniero”;
• siano contrastati con ogni mezzo le violenze e le discriminazioni razziste e xenofobe e i discorsi d’odio che sempre più spesso colpiscono coloro che appartengono ad una minoranza;
• sia riconosciuta la cittadinanza italiana ai bambini che nascono e crescono in Italia;
• sia rilanciata una politica estera e di cooperazione allo sviluppo in modo da promuovere la pace e i diritti umani e ridurre le disuguaglianze nel mondo.

Tutti coloro che condividono i valori dell’accoglienza e della solidarietà sono invitati a visitare il sito http://ioaccolgo.it, compilare il semplice modulo di ADESIONE come singoli/e cittadini/e o come organizzazioni/enti/Circoli.

Ci sono inoltre diversi modi per partecipare attivamente alla campagna:
• Appendi sul tuo balcone la coperta dorata, oggetto simbolo delle campagna, per mostrare al mondo che c’è un pezzo d’Italia che accoglie.
• Fotografa la coperta dorata e postala sui tuoi social con l’hashtag #IoAccolgo.
• Diffondi la campagna raccontando ai tuoi amici, familiari, colleghi, compagni di scuola, vicini di casa ecc. perché hai appeso la coperta dorata sul tuo balcone e proponendo loro di aderire alla campagna.
• Fai conoscere un’altra faccia dell’immigrazione, diversa da quella raccontata dai media.
• Accogli nella tua famiglia un rifugiato, un titolare di protezione umanitaria o un ex-minore non accompagnato che ha compiuto 18 anni.
Le Acli Provinciali di Bergamo aderiscono alla campagna #IoAccolgo e sostengono le iniziative che a livello locale si realizzeranno da parte di Circoli, Associazioni, Enti.
Ad agosto si è costituito il Comitato Provinciale Bergamasco che vede la partecipazione dei referenti locali degli Enti Promotori per il coordinamento e la socializzazione delle iniziative territoriali di singoli e Associazioni che aderiscono alla campagna”.

www.ioaccolgo.it

PER LE ACLI, REFERENTE A BERGAMO GIOVANNI COLOMBI
colombi.giovanni@alice.it