“Se dovessi scegliere un’immagine per descrivere questo luogo userei quella di un grande cuore pulsante che contraendosi accoglie ogni settimana migliaia di persone, le quali (per periodi di differente durata) vivono e respirano il clima fraterno ed essenziale caratteristico di questo posto. Una volta terminata la loro esperienza, questo flusso umano si propaga lontano dal cuore tornando nelle proprie case con la voglia di condividere ciò che si è vissuto di prezioso.”

Il racconto di Federica Novali, la giovane che ha partecipato al nostro viaggio a Taizè dal 28 luglio al 4 agosto 2019.

LEGGI DI PIU’