Il Circolo Acli di Almenno S. Salvatore promuove, per il terzo anno, un’iniziativa per ricordare, documentare e riflettere su temi di carattere sociale/morale/educativo.
Un’iniziativa per riflettere sui temi ambientali e sulle catastrofi che l’uomo provoca con la sua incuria e avidità.
Un percorso che si collega alle riflessioni di Papa Francesco nell’enciclica “Laudato Si”.

3° viaggio di memoria e impegno delle ACLI di Almenno
LONGARONE E DIGA DEL VAJONT
14 – 15 SETTEMBRE 2019
Il grido della terra danneggiata

Programma
Sabato 14 settembre
Ore 6.00: Partenza da Almenno (davanti all’Oratorio)
Arrivo alla diga del Vajont: visita guidata al coronamento della diga, salita a piedi verso il paesino di Casso (45’ di camminata), da cui si vede il fronte della frana, visita al cimitero di Fortogna (Longarone)
cena insieme presso un ristorante locale
Pernottamento a Longarone

Domenica 15 settembre
Trasferimento a Padova. Visita all’orto Botanico patrimonio dell’Unesco.
E’ presente un’installazione di Michele De Lucchi che ricorda la distruzione delle foreste in Veneto e Trentino dell’autunno scorso dovuta ai cambiamenti climatici.
Visita alla città
Rientro previsto ad Almenno per le ore 20.00.

Per prepararci alla visita:
Il giorno 12 settembre ore 20.30 presso la sala delle Associazioni in via Zuccala, 1 Almenno San Salvatore: proiezione dello spettacolo teatrale di Marco Paolini:
il disastro del Vajont

Quota di partecipazione:
€ 60 (comprende il viaggio in pulmino, visite guidate ed ingressi, la cena del sabato sera).

Pernottamento:
• Oratorio di Longarone. Necessario sacco a pelo;
• In Hotel a Longarone. (pernottamento e prima colazione € 40 a persona)

Non sono compresi i pranzi al sacco e tutto ciò che non è previsto nel programma.

Iscrizioni:
Entro fine agosto o al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (27) telefonando a:
Claudio Locatelli cell.: 334 5236190
Tarcisio Plebani cell.: 347 7030872