“Luoghi e volti: ecco ciò che un gruppo di giovani come noi sta spesso incontrando mentre gira per Berlino. Luoghi che ricordano un passato incredibilmente recente, ma che talvolta, per la brutalità di cui è stato testimone, sembra appartenere ad una storia lontanissima e luoghi che invece, come la cappella della Conciliazione e l’House of One, testimoniano la centralità del fare memoria e diventano spazi di arricchente confronto interculturale. Nello stesso modo si incontrano i volti, i volti di tutte le persone barbaramente uccise nella striscia della morte da una cieca violenza e i volti di chi si impegna quotidianamente per sconfiggere le dinamiche di odio ancora presenti nella nostra società.
Il viaggio a Berlino per me diventa anche un impegno: dopo la conoscenza dei luoghi e dei volti, l’impegno è quello della testimonianza che si traduce poi in azione concreta per diventare oggi veri costruttori di ponti contro ogni logica di paura, divisione e intolleranza.”

Elena, 32 anni, Bergamo

Una ventina di giovani in viaggio alla scoperta di Berlino a trent’anni dalla caduta del Muro. Un’esperienza che ci ha fatto scoprire le realtà più vive di Berlino oggi: realtà sociali come la House of One, visite nei posti simbolo della città, conversazioni con i giovani della comunità della conciliazione, passando anche da una visita guidata del Parlamento tedesco, da una visita al Pergamon e al Museo Ebraico e da una giornata in bicicletta tra parchi e storia.

Guarda le foto: