Positivo l’esito del laboratorio che ha visto protagonisti 34 studenti del corso di Amministrazione

Dopo la maturità di giugno, gli studenti del corso di Amministrazione, Finanza e Marketing dell’Istituto Lotto di Trescore potranno aggiungere sul proprio curriculum vitae una competenza in più rispetto ai propri coetanei, quella di essere in grado di compilare, concretamente, una dichiarazione dei redditi. Merito di un corso di «introduzione alla fiscalità organizzato da Acli in collaborazione con l’Istituto, che ha impegnato per venti ore extra scolastiche totali un gruppo di 34 studenti che ieri mattina sono stati premiati dagli organizzatori del percorso.

«Il nostro istituto — spiega la dirigente scolastica Laura Ferretti – ha ragionato su cose valesse la pena proporre ai suoi studenti per la loro crescita: da una parte sicuramente è fondamentale lo studio, ma è altrettanto importante per mettere loro di vivere esperienze. In questa direzione si inserisce il corso proposto agli studenti di AFM: volevamo proporre loro un’esperienza qualitativamente alta che si concentrasse in uno specifico campo legato al loro ambito di studi. Abbiamo trovato la disponibilità e la professionalità di Acli che ha proposto ai ragazzi un’opportunità incredibile».

Il percorso, tenuto dalla formatrice di Acli Elena Frigerio, è durato venti ore. «Volevamo approcciarci a un pubblico diverso dal nostro abituale – spiega Andrea Perico, responsabile Acli Service Bergamo Srl – per aiutare i ragazzi a superare il pregiudizio con cui,a volte, si guarda a questo tipo di attività. E volevamo aiutarli a capire questo mondo sia attraverso le spiegazioni tecniche che le esercitazioni. Per noi, che di solito siamo impegnati agli sportelli, lavorare coni giovani è stato respirare una boccata di aria fresca»,

I ragazzi hanno partecipato quindi a un laboratorio pratico in cui prima sono stati affrontati gli argomenti a livello generale e teorico, e poi si è passati alla pratica: i giovani sono stati messi nelle condizioni di lavorare in situazione, impegnandosi su simulazioni informatizzate in cui loro stessi dovevano compilare la dichiarazione dei redditi sulla base del- le informazioni in loro possesso e secondo i criteri che gli erano stati spiegati.

I ragazzi sono stati entusiasti della possibilità: «l’esperienza che abbiamo affrontato – raccontano – è stata formativa, All’inizio del percorso forse non eravamo così entusiasti, ma poi ci sono state fatte vede- re le cose da un altro punto di vista. Questa è la scuola che ci piace: che educa, che forma e che cresce», Per Perico si è trattato invece di «un’esperienza molto positiva – conclude – non ci aspettavamo una così massiccia partecipazione da parte degli studenti, che probabilmente hanno intuito che questo corso poteva rappresentare per loro anche una possibilità in ambito professionale, un’esperienza concreta da poter inserire sul proprio curriculum vitae. Ci piacerebbe riproporre questo lavoro con le future quinte, non solo all’Istituto Lotto, ma anche in altre scuole, sempre con indirizzi affini al nostro campo».