ORA E SEMPRE RESISTENZA

Per un presidio antifascista

Gli eventi di evidente carattere squadrista che hanno interessato la nostra provincia nelle ultime settimane non possono lasciarci indifferenti. Gruppi neofascisti, propugnatori di idee razziste, xenofobe e disumane, accrescono la loro visibilità e agiscono indisturbati nei nostri territori; sempre più frequentemente, in nome del diritto di esprimere il proprio pensiero, i “fascisti del terzo millennio” trovano amministrazioni pubbliche disposte a concedere loro spazi pubblici e piazze, visibilità e protezione. Un senso di generale impunità accompagna ogni gesto dichiaratamente apertamente fascista e pertanto in palese contrasto con le leggi dello Stato, e soprattutto infangando lo spirito della Costituzione repubblicana. Questo clima mefitico di odio e di violenza crescenti – in cui i migranti diventano il capro espiatorio dei mali della società contemporanea e inevitabilmente, drammaticamente, martiri del pensiero “nuovo” – viene quotidianamente alimentato in tutto il Paese dagli atteggiamenti e dai provvedimenti del Governo e in particolare del Ministro dell’Interno, che non perde occasione per strizzare l’occhio ai gruppi neofascisti, creando un legame di connivenza e complicità con essi.

Per tutti questi motivi, per la necessità di ribadire i valori imprescindibili che animarono la lotta di liberazione dal nazifascismo e la nascita di un paese democratico, il Comitato Bergamasco Antifascista e l’ANPI Provinciale di Bergamo hanno deciso di convocare un presidio antifascista nel quale ribadire, con forza, il nostro NO a questa deriva che l’Italia e l’Europa stanno attraversando. Chiediamo alle amministrazioni locali, ai Sindaci bergamaschi che hanno giurato sulla Costituzione, di adottare provvedimenti per non concedere più spazi pubblici ai fascisti; chiediamo alla Prefettura di vigilare perché gruppi neofascisti non trovino spazi nelle liste elettorali che verranno presentate nei nostri comuni bergamaschi al voto nella prossima primavera; chiediamo al Governo di sciogliere quelle organizzazioni (Forza Nuova, Casa Pound, Lealtà Azione, il MAB e altre) che violano le leggi dello Stato e la Costituzione della Repubblica.

Comitato Bergamasco Antifascista e ANPI Provinciale di Bergamo convocano tutte le antifasciste e gli antifascisti, le democratiche e i democratici a scendere in piazza Sabato 26 gennaio 2019, ore 15.00, in Piazza Matteotti a Bergamo per ribadire il nostro NO a tutti i fascismi e invitano a sottoscrivere il presente appello.

Carlo Salvioni Presidente Comitato Bergamasco Antifascista   –   Mauro Magistrati  Presidente ANPI Provinciale di Bergamo

Bergamo, lì 20 gennaio 2019

Per aderire al presente appello e al presidio antifascista scrivete a anpibg@virgilio.it