C’è una base in fermento che inizia a mostrare i primi segni di insofferenza. Perché dopo aver dato ampio credito al M5s con il voto del 4 marzo, a distanza di sei mesi l’elettorato pretende che almeno qualche promessa venga mantenuta e si trasformi in fatti tangibili. «Sui social network siamo inondati di richieste di cittadini che aspettano risposte urgenti», confidano alcuni parlamentari, in particolare quelli eletti al Sud. La sollecitazione numero uno, ovviamente, riguarda l’avvio del reddito di cittadinanza.

LEGGI TUTTO …