“Fermi in mezzo al mare da oltre 24 ore. Senza acqua, né cibo. In attesa di un’autorizzazione da Londra che non arriva. Poi, alla fine, l’intervento di Roma. È un’emergenza umanitaria nuova ed inedita, quella che hanno vissuto nelle ultime ore 105 migranti (fra cui 6 donne e 6 bambini – il più piccolo di poco più di 2 anni) a bordo del veliero Astral della Ong spagnola Open arms. Alcuni di loro hanno bisogno di cure mediche, sono stremati. Poco distante c’è la nave Aquarius, più grande ed attrezzata per le emergenze, che potrebbe accoglierli. A bloccarli in mezzo al mare è, formalmente, una “questione burocratica”. Ma la situazione è più grave. Perché di mezzo c’è il rimpallo fra Libia, Italia e Regno Unito. Tutto parte dal rifiuto degli spagnoli di consegnare i migranti soccorsi domenica mattina all’alba alla guardia costiera libica”.

LEGGI TUTTO …