Secondo il Dossier Idos-Confronti, nel 2016 gli espatri sono stati almeno due volte e mezzo di più rispetto ai 104 mila citati dall’Istat, vale a dire 285 mila se non 300 mila. “Si tratta soprattutto di giovani, che hanno voglia di confrontarsi con un mercato europeo che offre maggiori opportunità”

 

L’Italia è tornata ad essere un paese di emigrazione. Dopo 40 anni di diminuzione, gli espatri hanno ripreso ad aumentare a partire dal 2011, diventando così consistenti da equiparare l’esodo degli italiani nell’immediato dopoguerra.
Se secondo le registrazioni anagrafiche gli italiani emigrati all’estero nel 2016 sono 104 mila (fonte Istat da dati Aire), realisticamente gli espatri sono stati almeno due volte e mezzo di più, 285 mila se non 300 mila. E’ il dato contenuto nel Dossier statistico Immigrazione 2017 di Idos e Confronti.