La regione in cui sono state raccolte più disponibilità è il Piemonte, con 493 candidature, seguita dal Lazio. I corsi di formazione sono partiti in undici regioni. I minori non accompagnati presenti sul nostro territorio al 30 settembre 2017 erano 18.491: l’auspicio è che si possa avere un tutore per ciascuno di essi

Sono 2.390 i cittadini che si sono già candidati a diventare tutore volontario di un minore non accompagnato. Il tutore volontario è un adulto che accetta di diventare il punto di riferimento per uno dei tanti minori stranieri che arrivano soli nel nostro Paese: secondo il report mensile del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, i minori non accompagnati presenti sul nostro territorio al 30 settembre 2017 erano 18.491: l’auspicio è che si possa avere un tutore per ciascuno di essi e basta questo per dire quanto ci sia ancora da fare per far conoscere questa novità e sensibilizzare su questa opportunità. La regione in cui sono state raccolte più disponibilità è il Piemonte, con 493 candidature a partecipare ai corsi di formazione e alla selezione. Segue il Lazio con 400, la Lombardia con 311 e la Campania con 270 (qui sotto la tabella elaborata dall’Autorià Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza).

 

LEGGI TUTTO