Decisamente oltre la media rispetto all’Italia, ancora all’inseguimento nei confronti dei benchmark europei. Anche nei dati del mercato del lavoro Milano conferma la propria posizione “ibrida”, un bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno a seconda del target di riferimento.

L’11esimo rapporto “Il lavoro a Milano”, realizzato da Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, Cgil, Cisl e Uil, traccia comunque per il 2016 un quadro in miglioramento, con una crescita degli occupati sul territorio pari all’1,8%, una spinta che proviene in particolare dai numeri dei contratti a tempo indeterminato, visti in aumento dell’1,9% per l’intera Italia, del 2,4% in Lombardia.

LEGGI L’ARTICOLO