Quest’anno ricorre il cinquantesimo dalla morte di Don Milani, il priore che ha introdotto una nuova visione della scuola italiana. La comunità di Cenate Sotto (BG) ha elaborato un piccolo libricino per percorrere la sua vita. 

“Quest’anno ricorre il 50.mo della morte di don Lorenzo Milani. E’ morto a Firenze a 44 anni, dopo sette anni di malattia. Ebbe due malattie consecutive e probabilmente conseguenti. La prima si manifestò con un dolore alla gamba destra nel 1960, era un linfogranuloma mentre nell’ultimo anno di vita si manifestò la leucemia. Fu proprio questa che alle ore 15 del 26 giugno 1967 lo vinse. Aveva lasciato detto all’Eda che voleva essere seppellito con i paramenti sacri, non a lutto, ma a festa di colore bianco. Il titolo di questo semplice lavoro – Dalla parte dell’ultimo – è un omaggio alla grande biografia di Neera FALLACI uscita nel 1974 proprio con questo titolo. A ciascuno di noi l’interpretazione di chi fosse l’ultimo per don Lorenzo, di chi lo sia oggi per noi: il povero, Cristo…”

CLICCA QUI per sfogliare il libricino integrale